Pignoramento auto disabile

Ilenia Albanese
Esperta problemi debitori

Si può procedere con il pignoramento dell’auto di una persona disabile? E in quali casi? Quando si contraggono dei debiti, tutti devono farci i conti, anche rischiando di perdere i propri beni di proprietà, come le case o persino lo stipendio.

Il rischio di pignoramento di immobili e beni mobili vale anche per le persone affette da qualche tipo di disabilità. Tuttavia, vi sono alcuni limiti entro cui i creditori non possono far valere i propri diritti.

Vediamo quali sono i casi in cui l’auto di una persona disabile è pignorabile e quando, invece, non è possibile procedere al pignoramento.

Pignoramento auto disabile

L’auto di una persona disabile è pignorabile?

Se da una parte è vero che le persone diversamente abili hanno diritto alla massima tutela, dall’altra è altrettanto vero che il creditore ha diritto di ottenere ciò che gli è dovuto, a prescindere dall’invalidità di un debitore.

Infatti, se non fosse così le persone con disabilità potrebbe prendere con troppa leggerezza la responsabilità del contrarre dei debiti.

La Legge sui pignoramenti dei beni di persone con disabilità parla chiaro e non ammette deroghe. Infatti, sia gli immobili che altri beni di una persona disabile sono pignorabili.

Tuttavia, la Giurisprudenza ha apportato alcuni limiti alla pignorabilità delle auto per persone disabili, in quanto l’auto rappresenta uno strumento indispensabile per il raggiungimento dell’autonomia personale.

Vediamo, quindi, in quali casi è pignorabile l’auto di una persona disabile e quando, invece, non è possibile procedere con il pignoramento.

Quando si può pignorare l’auto di un disabile

Il genere, le auto delle persone disabili possono essere:

  • Veicoli acquistati con la legge 104 del 1992 e intestata al disabile
  • Veicoli acquistati senza la legge 104 e intestati ad un familiare che convive o ha a proprio carico una persona disabile

La pignorabilità di un veicolo di una persona disabile dipende dalla tipologia di creditore. Infatti, se il creditore è un privato in entrambi i casi appena visti, il veicolo è pignorabile. Questo però non vale nel caso dei debiti con l’Agenzia delle Entrate.

Infatti, in questo caso, pur non essendoci alcuna normativa che rende impignorabile l’auto di un disabile, la Giurisprudenza ha spesso permesso ai debitori di non perdere l’auto con il fermo amministrativo attraverso una semplice procedura.

Pignoramento auto di un disabile: come bloccarlo

Il fermo amministrativo quell’atto con cui l’Agenzia delle Entrate, o l’agente di riscossione esattoriale, blocca un bene prima del pignoramento. Tuttavia, con il fermo amministrativo la persona disabile può subito bloccare il pignoramento prima che venga iscritto. Per farlo è necessario compilare dei moduli in cui viene fatta la richiesta di cancellazione dell’iscrizione del fermo.

Per tale motivo in genere l’Agenzia delle Entrate non avvia la procedura di iscrizione al fermo amministrativo nel caso in cui i veicoli siano destinati al trasporto di persone disabili.

Questo è giustificato dall’interpretazione dell’articolo 514 del Codice Procedura Civile sulle Cose mobili assolutamente impignorabili, che recita che non si possono pignorare “gli strumenti, gli oggetti e i libri indispensabili per l’esercizio della professione, dell’arte o del mestiere del debitore”.

Problemi di debiti? Contatta DifesaDebitori

La Giurisprudenza ha quindi fatto rientrare l’auto di un disabile in questa categoria di oggetti e beni non pignorabili in quanto strumento indispensabile come mezzo di locomozione per il lavoro di un disabile.

Problemi di debiti? Contatta DifesaDebitori